Speciale Moena - Guerini: Tifosi aspettate prima di giudicare, Della Valle rilancerà

di Michela Lanza

La Fiorentina e la Val di Fassa hanno deciso di unire le loro forze e di intraprendere un percorso insieme nella speranza che sia duraturo e redditizio per entrambe. Martedì scorso, presso il Centro Sportivo ‘Cesare Benatti’ di Moena, il club manager viola Vincenzo Guerini, il presidente dell’Apt Enzo Iori, il sindaco di Moena Riccardo Franceschetti e la responsabile della Comunicazione del Trentino Marketing Paola Pancher si sono scambiati ringraziamenti e speranze reciproche: «Ringrazio il sindaco di Moena e il presidente dell’Apt per l’accoglienza che ci è stata riservata dalla Val di Fassa – ha detto Guerini – ci stiamo trovando molto bene a livello di albergo, campo e di organizzazione. Moena viene chiamata la ‘Fata delle Dolomiti’… beh noi siamo già stregati da questo luogo magnifico. Speriamo che ci porti anche fortuna. Prima di parlare di campo, mi preme portare i saluti dei nostri dirigenti, dell’amministratore delegato Sandro Mencucci e del direttore sportivo Daniele Pradè, che avrebbero voluto essere qui ma che sono impegnati nella fase calda del mercato. Del resto si devono dare da fare sennò – ha esclamato poi con un po’ di buona ironia fiorentina – qui ci rincorrono tutti. Si scusano, dunque, ma sperano di riuscire a venire a trovarci». Gli hanno fatto da eco le tre presenze istituzionali che all’unisono hanno auspicato: «Che la Fiorentina possa tornare ai fasti di due anni fa, quando giocava la Champions League. Siamo contenti di questa partnership con la squadra viola e ci auguriamo che si consolidi nel tempo. La Toscana per la Val di Fassa è un bacino molto importante e siamo pronti ad ospitare più fiorentini possibili. Moena è alla portata di questa grande squadra e la speranza è portarle fortuna come abbiamo fatto in passato con altre compagini. Siamo certi che il nostro territorio, considerato una palestra a cielo aperto, sia l’ideale per prepararsi in vista di una stagione da protagonista». E allora, che il feeling tra la Fiorentina e Moena abbia inizio e prenda il volo.

IL MERCATO E L’ATTESA. Ma a dover prendere il volo non è soltanto la partnership tra i viola e la Val di Fassa, bensì la squadra di Vincenzo Montella che è molto lontana dall’essere al completo. Guerini, ha commentato a cuore aperto le ultime vicende viola: «Su Jovetic mi rimetto al pensiero che i dirigenti più importanti di me hanno già espresso più volte con la massima chiarezza e trasparenza. Per quanto riguarda Behrami, lo dico con amarezza, ma i tempi nel calcio sono cambiati: ho smesso di innamorarmi dei giocatori. Ogni allenatore vorrebbe avere un giocatore come Behrami, ma non stai mai tranquillo: la Fiorentina ha fatto il suo proponendogli un contratto importante, ha fatto la sua proposta. Poi capita che arriva un’altra società e vuoi per prestigio, vuoi per obiettivi, vuoi per soldi… Che fai? Lo tieni ‘per forza’? E lui come sarebbe rimasto? Avrebbe potuto spaccare l’opinione pubblica e non sarebbe stato produttivo. La società del resto ha posto dei limiti (ed è giusto così) perché ormai certe condizioni economiche non sono più moralmente accettabili. Poi siamo stati anche sfortunati: Viviano e Della Rocca non sono ancora qua, ma non è colpa nostra, Cuadrado l’avevamo già fatto poi sono subentrate delle problematiche (il riferimento è al problema di appendicite del giocatore ndd). Se c’è da avere fiducia? Assolutamente sì. Per quanto riguarda Viviano, poi, sono più che ottimista perché come ormai tutti sapete lui vuole solo noi, a costo di restare fermo. Il 99% dei giocatori avrebbe già mollato dopo l’ostracismo dell’Inter. In generale, ripeto, invito i tifosi ad aspettare metà agosto, magari anche prima, perché Montella merita di avere la squadra a disposizione prima possibile». Poi una chiusura in chiave mercato su Ljajic: «L’allenatore vuole valutarlo ed è giusto così. La società lo lascia lavorare».

FIDUCIA RECIPROCA. Guerini ha fiducia nella società che ricostruisca una squadra importante. Ma Montella ha la stessa fiducia? «Assolutamente sì. Ve lo garantisco – ha giurato – il nostro allenatore è molto sereno. Certo avrebbe voluto avere tutti gli uomini a disposizione prima possibile per evitare di dover spiegare le cose più volte. Come avrete potuto notare, dal primo giorno di lavoro Montella ha puntato su esercizi tattici spiegando ai singoli giocatori i movimenti da fare. Così facendo, ogni volta che arriverà un nuovo volto in maglia viola, dovrà rispiegare tutto da capo. Ma come si dice, il tempo delle mele è finito e non è più possibile chiedere quanto costa un giocatore e comprarlo senza se e senza ma. Ma lui ha fiducia e noi abbiamo fiducia in lui. Anzi, sono rimasto piacevolmente sorpreso dalle sue capacità. Ha smesso di giocare un anno e mezzo fa e ogni calciatore che appende le scarpe al chiodo per intraprendere la carriera da allenatore, resta per un periodo di tempo ancora ‘giocatore’. Lui invece sembra che alleni da dieci anni. Poi ero molto curioso: usa metodologie nuove e questo mi piace. Mi piace come lavora e come gestisce il gruppo. Certo, non è che anche lui possa fare le nozze coi fichi secchi. Ma credo in lui, uno che cura molto sia la fase offensiva che quella difensiva e che vuole una squadra in cui tutti devono partecipare all’azione. Vuole una squadra che torni a far divertire. È quello il primo obiettivo: Firenze, dopo gli ultimi due anni, mi sembra di aver capito che abbia voglia di arrivare allo stadio e divertirsi, ancor più di ottenere una buona posizione di classifica. E Montella vuole la stessa cosa: che la sua Fiorentina diverta».

L’OMBRA DI DIEGO E LA PRESENZA DI ANDREA. Quella parola ‘divertimento’ è ormai nota. L’ultimo a pronunciarla è stato Diego Della Valle nel ritiro della squadra in quel di Milano alla vigilia di Pasqua. Ma quella famosa regola delle ‘3 D’ (Dignità, Dovere, Divertimento) imposta dal patron, la Fiorentina attuale la sta mettendo in pratica? «Si – ha assicurato Guerini – in questi giorni ho visto disciplina nel gruppo, nei comportamenti, rispetto negli orari. I ruoli sono ben definiti e c’è rispetto. Lo scorso anno mi sembrava strano accadessero certe cose, quest’anno l’aria è cambiata. C’è volontà di intenti e di rilanciare la squadra. Cosa vorrei che accadesse di diverso dalla passata stagione? Vorrei vedere entusiasmo all’interno dello spogliatoio. Uno spogliatoio diverso… sarebbe già metà dell’opera». Manca all’appello una figura, però, quella più importante, quella di Andrea Della Valle: «Non è vero che manca. Ho sentito il presidente, ci sta molto vicino. Lui vuole sapere tutto da me, da Montella. Lui sa tutto. Ci è vicino come non mai, ha voglia di rilancio e si aspetta di vedere una squadra all’altezza delle sue ambizioni. Lui a Moena? Vuole venire e credo che arriverà. Comunque, ricordate, a volte è più lontana la presenza fisica che quella mentale». Forse ha ragione Guerini, ma se Andrea Della Valle arrivasse a Moena, tutto prenderebbe una piega decisamente migliore e l’ottimismo potrebbe tornare a volare alle stelle… aggrappato al suo ‘Aeroplanino’.

Brivido Sportivo
25.09.2012 08:33 - di Michela Lanza Una data storica. È quella che ha visto, giovedì scorso, celeb... »
25.09.2012 08:29 - di Michela Lanza Esclusiva al portiere della Florentia Viola che parla del successore che dif... »
25.09.2012 08:25 - di Michela Lanza Esclusiva all'ex giocatore bianconero e viola a poche ore dalla sfida pi... »
25.09.2012 08:22 - di Michela Lanza Esclusiva all'ex viola che non nasconde una simpatia particolare per i g... »
25.09.2012 08:19 - di Michela Lanza Siamo arrivati al giorno X, alla partita delle partite, che stasera assume u... »
20.09.2012 15:49 - di Michela Lanza Esclusiva con l'ex brasiliano del Parma: dal centrocampo viola alla sfid... »
16.09.2012 15:36 - di Michela Lanza La semplicità fatta persona, una famiglia come le altre, né pi... »
16.09.2012 15:31 - di Michela Lanza Chi se lo sarebbe mai aspettato, il ritorno di Luca Toni a Firenze. Nessuno ... »
01.09.2012 09:15 - di Michela Lanza Le Azzurrine sono tornate a casa. L’avventura in Giappone è fin... »
01.09.2012 09:07 - di Michela Lanza De Sisti e Merlo plaudono il centrocampo della Fiorentina È basta... »
25.08.2012 10:54 - di Michela Lanza LA CONSOLAZIONE (per ora) E' L'EUROGOL DELLA LINARI Una buona pr... »
25.08.2012 10:37 - di Michela Lanza Dietro ad un grande uomo, c’è sempre una grande donna. E lei si... »
25.08.2012 10:31 - di Michela Lanza Esclusiva con l'ex bomber di Udinese, Roma e Fiorentina, oggi tecnico de... »
25.08.2012 10:29 - di Michela Lanza I nuovi acquisti e l'arrivo di Montella rendono la squadra di nuovo appe... »
26.07.2012 19:58 - di Michela Lanza MOENA – Ci sono ‘personaggi’ che fanno la differenza e i p... »
26.07.2012 19:54 - di Michela Lanza MOENA – Lunedì scorso un calciatore viola, Alessio Cerci, ha co... »
26.07.2012 19:50 - di Michela Lanza MOENA – Sono passati dieci giorni dall’inizio del ritiro estivo ... »
19.07.2012 09:13 - di Michela Lanza Il pugile fiorentino ha battuto Castellucci grazie alla sua scintillante box... »
19.07.2012 09:10 - di Michela Lanza MOENA – Vincenzo Montella scalpita. Vivace, schietto, ironico e senza ... »