Quagliarella: "Un sogno che s'avvera. E' prevalsa la mia duttilità"

di Michela Lanza

L’attaccante del Napoli, Fabio Quagliarella è stato “ammesso” ai prossimi Mondiali in Sudafrica, sovvertendo i pronostici. C’è chi, poche ore prima della comunicazione di Lippi, lo ha visto sorridere. Lui giura che non sapeva assolutamente niente e si giustifica così: “Sorrido quasi sempre. Ero in Nazionale indipendentemente dalle scelte del c.t., quindi il motivo per farlo c’era. Sono sincero, ero tranquillo. So che ho sempre avuto la fiducia del mister. È normale che dovesse fare delle scelte, ma ero sereno nell’attesa. Credo che Lippi mi abbia scelto per la mia duttilità, in quanto posso ricoprire più ruoli. Posso giocare a destra, a sinistra, come prima punta e come seconda punta, inoltre sono un giocatore che si sacrifica molto per la squadra. Il mio pensiero, comunque, va ai cinque compagni che sono stati esclusi. Anche loro hanno dato il massimo in questi giorni e sicuramente non sarà facile per loro tornare a casa. È tanta la mia gioia di essere tra i 23. Il gruppo però – ha giurato Quagliarella – è sempre rimasto sereno. Non sono mancate le battute. Pur non sapendo niente, ogni tanto, ci dicevamo: “Via, adesso vado in vacanza…”. Insomma, abbiamo sempre scherzato”. Ora che si è conquistato il Mondiale, quali sono le sue aspettative?: “Mi auguro di ritagliarmi un po’ di spazio. Cercherò di convincere sul campo il mister ha darmi qualche chance. Comunque vada, farò un tifo spudorato per l’Italia. Questo Mondiale, per me, è un sogno che si realizza. La ciliegina sulla torta dopo una stagione iniziata con la firma del contratto con il Napoli e il raggiungimento dell’Europa League, sempre con il Napoli. Se ho la sensazione di fare gol ai Mondiali? Non lo so, non amo fare pronostici. Sono lì e me la gioco, consapevole che il mister avrà bisogno di tutti”. Poi torna a parlare del suo ruolo: “E’ normale che sulla sinistra mi trovo meglio, in quanto posso rientrare e calciare di destro, giocando a destra farò lo stesso, magari col sinistro calcerò un po’ peggio, o magari fornirò più assist. Rientrare a difendere come hanno fatto Eto’o e Pandev nell’Inter? Rientra nelle mie caratteristiche”. Lui, con il suo tiro potente, potrà approfittare del pallone così tanto discusso: “Sicuramente noi attaccanti siamo più avvantaggiati rispetto ai portieri, giocando con questo pallone, anche se è molto difficile da controllare sui cross e sui lanci da lontano”.
Tornando ai tagli di Lippi, Quagliarella spiega il suo stato d’animo negli attimi precedenti alla scelta: “Avevo le mani sudate. Ero tra Gila e Zambrotta e ho chiesto loro di aiutarmi nel caso in cui svenissi, tanta era la tensione. Prima di comunicarci le scelte, Lippi ci ha fatto vedere un video del Messico (squadra che l’Italia affronterà domani sera in amichevole), ed ha voluto ringraziare tutti per il grande impegno dimostrato. Poi era arrivato il momento dei tagli, ma sinceramente ho visto il c.t. in difficoltà, nel senso che era evidentemente dispiaciuto di dover comunicare quei nomi. Poi, lo ha fatto, serenamente, anche se sono convinto che, se avesse avuto la possibilità di portarci tutti e 28 in Sudafrica, l’avrebbe fatto. Chi il più dispiaciuto dei 5 esclusi? Tutti. Il sogno di partecipare ad un Mondiale ce l’ha chiunque, ma li ho visti questa mattina, sono tutti sereni. Resteranno fino alla fine del ritiro con noi e si alleneranno con la massima professionalità. Del resto, anche loro sono stati in Nazionale fino alla fine, rispetto ad altri che sono già a casa da un po’… . Chi mi ha mandato il primo messaggio? Alcuni miei compagni del Napoli, ovvero Iezzo, Grava e Cannavaro. Già nei giorni precedenti mi massaggiavano per chiedermi se sapevo già qualcosa e, nel momento dell’annuncio, sono stati i primi a gioire per me. Poi, è chiaro, familiari e amici. Mi sono arrivati migliaia di messaggi. Chi mi sento di ringraziare per essere qui? Lippi, perché mi ha sempre dimostrato grande fiducia. Una dedica? A me stesso e alla mia famiglia. Del resto, a me non ha mai regalato niente nessuno e questo Mondiale lo considero “roba mia”. Come ogni giocatore, anche io ho passato alti e bassi nella mia carriera. Ricordo il periodo di Ascoli, a Firenze in C2 che non giocavo quasi mai, alcuni momenti a Udine e Napoli, ma quando sono stato dato per “morto”, sono sempre riemerso. Il fatto di essere tanti napoletani in Azzurro? Mi inorgoglisce. Io, poi, sono ancora più felice perché ho conquistato un posto per il Sudafrica da napoletano, vestendo la maglia del Napoli. Il top”. A proposito di Napoli, il mercato e Cannavaro: “Il mercato interessa alla società. Io sono qui e penso al Mondiale. Spero che la società faccia grandi acquisti. Con Fabio (Cannavaro ndr) siamo a tavola accanto, quindi già da qualche giorno parliamo del suo trasferimento a Dubai. Non me l’aspettavo, ci sono un po’ rimasto male. È un peccato che il calcio italiano perda un giocatore e un uomo del calibro di Cannavaro e poi, in cuor mio, speravo che venisse nel mio Napoli”. Tornando alla Nazionale, Fabio racconta i suoi ricordi Azzurri: “I Mondiali del 1990 in Italia li ricordo più per l’Argentina di Maradona che per l’Italia. I miei ricordi, però, sono sbiaditi. Ero troppo piccolo. Certo, era un evento quello per il nostro Paese. È stato sicuramente stupendo viverlo da tifosi in prima persona. Per quanto riguarda la vittoria del 2006, ricordo che durante i calci di rigore me ne sono andato sul terrazzo, non volevo vedere, ma ascoltavo i miei amici esultare. Poi, dopo poco dalla vittoria del Mondiale, ho fatto il mio esordio in Azzurro e, quei protagonisti, me li sono trovati nello spogliatoio. Un’emozione doppia”.

 

www.tuttomondiali.it
04.06.2010 20:04 - di Michela Lanza Nel pomeriggio di oggi, oltra a Cassani, anche Borriello e G. Rossi hanno sa... »
04.06.2010 11:25 - di Michela Lanza E' arrivata la fine di questo lungo e difficile periodo di preparazione ... »
03.06.2010 17:50 - di Michela Lanza Camoranesi e Chiellini, non partiti per Bruxelles, ma rimasti a Sestriere, h... »
03.06.2010 12:10 - di Michela Lanza Questa mattina, intorno alle ore 11.00, gli Azzurri sono partiti per l'a... »
02.06.2010 19:49 - di Michela Lanza Quello di oggi è stato l'undicesimo giorno di ritiro azzurro a Se... »
02.06.2010 11:22 - di Michela Lanza La Nazionale italiana di calcio, contrariamente a quanto stabilito dal progr... »
02.06.2010 10:10 - di Michela Lanza La località di Sestriere, il giorno dopo le scelte, si è svegl... »
01.06.2010 22:04 - di Michela Lanza Questa la lista completa, ufficiale, dei 23 Azzurri che partiranno per il Su... »
01.06.2010 21:58 - di Michela Lanza Come anticipato questo pomeriggio dal sito www.tuttomondiali.it, gli esclusi... »
01.06.2010 21:18 - di Michela Lanza Ecco le parole del Prof. Castellacci, di ritorno da Torino dove Camoranesi &... »
01.06.2010 20:30 - di Michela Lanza Ecco il responso relativo all'infortunio di Mauro German Camoranesi. Gli... »
01.06.2010 17:00 - Questo pomeriggio, intorno alle 14.30, presso l'ufficio del turismo di Sestriere, Gigi Buffon... »
01.06.2010 15:56 - di Michela Lanza Secondo le prime indiscrezioni, Lippi avrebbe scartato due attaccanti, un ce... »
01.06.2010 12:40 - di Michela Lanza Ecco alcune foto relative all'allenamento di questa mattina, durante il ... »
01.06.2010 12:13 - di Michela Lanza Dall'allenamento di questa mattina, sembra essere delineato il gruppo de... »
01.06.2010 10:31 - di Michela Lanza Gli Azzurri stanno per iniziare la seduta di allenamento mattutina. Intanto,... »
01.06.2010 09:55 - di Michela Lanza Questa mattina il Comune di Sestriere si è svegliato con il sole e co... »
31.05.2010 19:54 - di Michela Lanza Nono giorno. Si avvicina il giorno della verità, il giorno dei "... »
31.05.2010 17:59 - di Michela Lanza Questo pomeriggio, sorpresa a Sestriere quando, all'improvviso, sono arr... »