FOCUS - Ora Rossi faccia la differenza

di Michela Lanza

È arrivata l’ora che Delio Rossi faccia la differenza e dimostri di essere migliore di chi lo ha preceduto perché, in tutta onestà, per il momento… ha dimostrato poco a tutti coloro che hanno caldeggiato il suo nome con striscioni esposti fin dall’inizio della stagione. Rossi è un allenatore di livello che a Firenze sta riscontrando le stesse problematiche cha hanno fatto ‘fallire’ il progetto Mihajlovic. Ma la domanda è: se i risultati sono gli stessi, perché la famiglia Della Valle è stata costretta a cambiare tecnico?
Voci di corridoio raccontano di un Delio Rossi che avrebbe confidato di non aver mai avuto alle mani una squadra così scarsa. Beh, probabilmente questa Fiorentina non ha né i campioni del Milan, né quelli di Juve e Inte, ma ci resta difficile credere che questa squadra, che ha (per esempio) per punto di riferimento un giocatore che tutti vorrebbero perché considerato uno dei giovani talenti migliori d’Europa (stiamo parlando di Jovetic), sia peggiore di tutte le formazioni allenate in carriera da Delio Rossi (tra le quali spiccano Foggia, Salernitana, Genoa, Lecce, Pescara e Atalanta).
Forse (e dico forse) può essere peggiore del suo Palermo e della sua Lazio, ma ci resta ancor più difficile credere che la rosa della Fiorentina di oggi sia più scarsa di compagini come Lecce, Cesena, Novara, Siena, Chievo Verona, Atalanta, Bologna, Cagliari e Parma, ovvero le nove squadre più quotate alla lotta salvezza da inizio stagione. Quindi, potremmo comprendere se il tecnico confessasse di non aver mai allenato una squadra così scarica, senz’anima, senza motivazioni. Ma ci scusi se non possiamo accogliere le sue parole (qualora le avesse dette realmente) quando in squadra ci sono giocatori come Gamberini, Nastasic, Natali, Cassani, Montolivo, Behrami, Vargas, Lazzari, Jovetic, Amauri etc. etc. (tutti elementi che fanno parte o hanno fatto parte del giro delle rispettive nazionali). Insomma è una Fiorentina potenzialmente buona, ma dal rendimento scarso. Proprio per questo, adesso tocca a Rossi dimostrare di essere migliore di chi lo ha preceduto sulla panchina viola. E non per dare un gioco alla squadra, ma per restituirle gli stimoli giusti che, ad oggi, non è riuscito a trasmetterle neanche il ‘dottore’.
Del resto i numeri parlano chiaro: 14 partite, 6 sconfitte, 4 pareggi, 4 vittorie, 13 gol fatti, 16 gol subiti, 16 punti fatti e una media punti a partita da piena zona retrocessione: 1,14. Questo è il ruolino di marcia di Delio Rossi sulla panchina della Fiorentina, visibilmente e decisamente peggiorato rispetto a quello di Mihajlovic che in un anno e mezzo ha collezionato 48 panchine, 18 pareggi, 15 vittorie, 15 sconfitte, 59 gol fatti, 53 gol subiti, 63 punti realizzati e una media punti a partita di 1,31. Ora è arrivato il momento di smettere di masticare… amaro. Contro il Cesena – detto che in campo ci vanno i giocatori e che sono loro a dover battere i romagnoli – non ci sono scuse neanche per Rossi. Non ci sono infortuni o assenze che tengono. Alla fine mancherà Behrami, ma tornano in 3: Gamberini, Cassani e soprattutto Amauri. Oggi non ci sono alibi: conta solo la vittoria. Perché è troppo comodo aver scritto e dichiarato fino a ieri che Mihajlovic era il responsabile delle sfortune della Fiorentina, per poi oggi dire… “Povero Rossi, certo con la squadra che ha alle mani… come fa?”. E’ vero che la coerenza non è di questo mondo, ma almeno che si impari a suddividere in maniera equa fra tutte le componenti della società le colpe di una stagione fallimentare. Anche perché, se è vero che Mihajlovic ci ha lasciati dopo 10 giornate al 12° posto in classifica a 4 punti dalla terzultima, ma anche a 6 dall'Europa League, è altrettanto vero che Rossi oggi si trova al 15° posto in classifica, sempre a 4 punti dalla zona calda, ma ormai lontanissimo dai sogni di gloria (ben 12 i punti che separano la Fiorentina dal Napoli e quindi dalla zona Europa League). Quindi, per assurdo, se prima dovevi guardarti le spalle, ma anche sognare di poter infilare un paio di risultati utili che avrebbero potuto rilanciare la squadra verso traguardi più ambiziosi, oggi non ci sono alternative: si lotta solo per la salvezza. Ad oggi è così. La speranza è che stasera risultati e classifica ci permettano di guardare alle prossime gare con maggiore tranquillità. 

www.brividosportivo.it
24.03.2012 08:15 - di Michela Lanza Ci scuserà la Fiorentina se questa mattina la lasciamo un attimo da p... »
18.03.2012 10:07 - di Michela Lanza Che risveglio amaro e incazzato (per dirla con le parole di Andrea Della Val... »
17.03.2012 09:21 - di Michela Lanza Ci siamo. È arrivato il grande giorno di Fiorentina-Juventus. Poche o... »
10.03.2012 11:43 - di Michela Lanza Qualcuno si ricorda che la Fiorentina domani gioca a Catania? Forse sì... »
06.03.2012 10:00 - di Michela Lanza Domenica la Fiorentina ha battuto il Cesena e lo ha fatto nel secondo tempo,... »
03.03.2012 10:07 - di Michela Lanza È arrivata intorno alle ore 19 di ieri la notizia che Mutu domani non... »
25.02.2012 14:58 - di Michela Lanza Niente da fare, neanche domani sera a Roma avranno la possibilità di ... »
21.02.2012 15:04 - di Michela Lanza Questa sera sarà derby dell’Appennino. La Fiorentina giocher&ag... »
19.02.2012 15:07 - di Michela Lanza È domenica e la Fiorentina dei grandi non gioca. Succede spesso ultim... »
18.02.2012 15:12 - di Michela Lanza Il passo del gambero. È quello che ha fatto la Fiorentina contro il N... »
17.01.2012 10:24 - di Michela Lanza Il problema principale della Fiorentina – dicono gli addetti ai lavori... »
14.01.2012 11:35 - di Michela Lanza È tempo di mercato e quando si aprono le porte dell’Ata Quark a... »
10.01.2012 10:45 - di Michela Lanza Ci sono partite che possono essere particolarmente importanti e assumere un ... »
07.01.2012 10:40 - di Michela Lanza Si parla sempre, fin troppo spesso di attaccanti, di punte, di giocatori che... »
05.01.2012 17:28 - di Michela Lanza Alberto Gilardino ha inoltre risposto a Prandelli il quale ha dichiarat... »
05.01.2012 17:24 - di Michela Lanza Alberto Gilardino, ormai ex attaccante della Fiorentina, ha pronunciato le p... »
03.01.2012 10:18 - di Michela Lanza Come Vasco Rossi, lui è ancora qua… Riccardo Montolivo non si ... »
31.12.2011 10:15 - di Michela Lanza È finita l’epoca di Alberto Gilardino a Firenze. Ieri le visite... »