FOCUS - Qualcuno ha dimenticato la partita di Catania?

di Michela Lanza

Qualcuno si ricorda che la Fiorentina domani gioca a Catania? Forse sì, ma sembra essere una partita ignorata dalla maggior parte dei fiorentini che già da giorni sono proiettati sul match che vedrà i viola impegnati sabato prossimo contro la Juventus al Franchi.
Sembra di essere tornati indietro, a qualche anno fa, quando la squadra non aveva ambizioni di nessun genere, non aveva obiettivi se non quelli di disputare campionati tranquilli e battere i ‘gobbi’.
Era la partita dell’anno e lo è stata fino a quando la Fiorentina non ha assimilato una mentalità da grande squadra negli anni di Cecchi Gori, di Batistuta, Rui Costa, Toldo, Di Livio, Trapattoni… insomma, nel momento in cui la viola ha iniziato ad avere obiettivi di alta classifica, la partita contro la Juventus era importante, sentita, ma non più ‘la partita del campionato’, quella che avrebbe cancellato le delusioni stagionali come fosse un condono. Fiorentina-Juventus era diventata un big match e lo è stato anche nell’era Prandelli, seppur nei cinque a fiorentini dell’attuale c.t., non si sia mai registrata vittoria al Franchi contro i bianconeri. Ma era un fatto secondario perché indipendentemente da quella gara, la squadra volava in campionato e calcava i palcoscenici europei. Si poteva fare anche a meno di godere di una vittoria contro la Juve.
Quest’anno, dopo due stagioni deludenti, i tifosi sono tornati indietro nel tempo e hanno riscoperto il loro antico provincialismo, quello che indica la partita contro la Juventus come ‘la partita dell’anno’. Quest’anno battere la Juventus sarà determinante per tutti: per Rossi, ma soprattutto per i calciatori. Battere i bianconeri sarebbe per loro una forma di risarcimento verso i tifosi che, a quel punto, concederebbero loro una tregua (come hanno deciso di fare con Cerci) fino a quando ognuno non prenderà le proprie strade. Insomma quest’anno si è tornati all’antico, a parlare di Juve già due settimane prima del match. Già contro il Cesena dalla curva si sono avvertiti i primi cori contro la squadra della famiglia Agnelli. E poi verso di lui… Antonio Conte, il simbolo dell’essere ‘gobbo’. E a proposito di Conte...
Il tecnico bianconero – reo di aver beffeggiato Batistuta nel lontano 1999 quando, avendo trovato il gol della vittoria all’87 di un Juventus-Fiorentina, prima andò alla bandierina (dove era solito andare Batigol) e l’alzò al cielo esultando in maniera eclatante – è prima di tutto un tifoso della Juve, poi ne è stato giocatore per 13 anni vincendo tutto, infine allenatore focoso in panchina: uno che esulta in maniera scomposta, che urla, si arrabbia, che vive il match come fosse ancora in campo. Tutto questo in gare normali, chissà sabato prossimo al Franchi? Resta il fatto che l’accoglienza a lui riservata è già pronta e riguarda la sua capigliatura: tutti col parrucchino allo stadio (anche se una cosa simile l’hanno già fatta i livornesi presentandosi numerosissimi a San Siro tutti con la bandana davanti agli occhi dell’ex Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi). Una trovata da fiorentino doc, insomma: ironica, divertente e non pesante. Ed è giusto che chi deve organizzare il tutto pensi a farlo con largo anticipo.
Un po’ meno giusto, però, che si stia parlando di Fiorentina-Juventus da giorni e giorni e giorni. Radio, televisioni e giornali sono già tutti sintonizzati sul 17 marzo e in troppi stanno ignorando una partita da tutti definita ‘facile’ (perché tradizionalmente favorevole visto che negli ultimi 5 anni i viola hanno vinto 3 volte). Ma le insidie nel match contro gli uomini di Montella (allenatore molto tranquillo, che parla poco ma che ha già dimostrato grandi qualità) ci sono e la Fiorentina deve ancora mettere fieno in cascina, deve arrivare presto a 40 punti, deve ancora raggiungere la matematica salvezza. E allora perché distogliere l’attenzione dalla gara di domani al Massimino? Perché non pensare a Bergessio, Gomez e Barrientos? Quei tre là davanti possono far male alla difesa viola, anche perché in casa il Catania non ha lasciato molti punti agli avversari perdendo solamente 2 volte in 12 match disputati. C’è da fare attenzione. Poi al fischio finale, allora, sarà giusto, bello e anche emozionante riversare tutte le energie sulla gara contro i ‘gobbi’. Ma per favore, prima un pensierino su Catania è possibile farlo?

www.brividosportivo.it
24.03.2012 08:15 - di Michela Lanza Ci scuserà la Fiorentina se questa mattina la lasciamo un attimo da p... »
18.03.2012 10:07 - di Michela Lanza Che risveglio amaro e incazzato (per dirla con le parole di Andrea Della Val... »
17.03.2012 09:21 - di Michela Lanza Ci siamo. È arrivato il grande giorno di Fiorentina-Juventus. Poche o... »
06.03.2012 10:00 - di Michela Lanza Domenica la Fiorentina ha battuto il Cesena e lo ha fatto nel secondo tempo,... »
04.03.2012 10:06 - di Michela Lanza È arrivata l’ora che Delio Rossi faccia la differenza e dimostr... »
03.03.2012 10:07 - di Michela Lanza È arrivata intorno alle ore 19 di ieri la notizia che Mutu domani non... »
25.02.2012 14:58 - di Michela Lanza Niente da fare, neanche domani sera a Roma avranno la possibilità di ... »
21.02.2012 15:04 - di Michela Lanza Questa sera sarà derby dell’Appennino. La Fiorentina giocher&ag... »
19.02.2012 15:07 - di Michela Lanza È domenica e la Fiorentina dei grandi non gioca. Succede spesso ultim... »
18.02.2012 15:12 - di Michela Lanza Il passo del gambero. È quello che ha fatto la Fiorentina contro il N... »
17.01.2012 10:24 - di Michela Lanza Il problema principale della Fiorentina – dicono gli addetti ai lavori... »
14.01.2012 11:35 - di Michela Lanza È tempo di mercato e quando si aprono le porte dell’Ata Quark a... »
10.01.2012 10:45 - di Michela Lanza Ci sono partite che possono essere particolarmente importanti e assumere un ... »
07.01.2012 10:40 - di Michela Lanza Si parla sempre, fin troppo spesso di attaccanti, di punte, di giocatori che... »
05.01.2012 17:28 - di Michela Lanza Alberto Gilardino ha inoltre risposto a Prandelli il quale ha dichiarat... »
05.01.2012 17:24 - di Michela Lanza Alberto Gilardino, ormai ex attaccante della Fiorentina, ha pronunciato le p... »
03.01.2012 10:18 - di Michela Lanza Come Vasco Rossi, lui è ancora qua… Riccardo Montolivo non si ... »
31.12.2011 10:15 - di Michela Lanza È finita l’epoca di Alberto Gilardino a Firenze. Ieri le visite... »