FOCUS - Il passo del gambero

di Michela Lanza

Il passo del gambero. È quello che ha fatto la Fiorentina contro il Napoli. Una squadra, quella di Mazzarri, che tra pochi giorni sarà impegnata in Champions League contro il Chelsea in una sfida che potrà segnare la storia partenopea calcistica, ma che non ha scalfito neanche un po’ le velleità di rimonta in campionato del Napoli e tantomeno le motivazioni, al contrario di quanto un po’ tutti avevano (e avevamo) pensato. “Il Napoli avrà la testa alla Champions”, era la convinzione del mondo pallonaro. Invece, complice un super Cavani e un Lavezzi da applausi, la Fiorentina di Rossi ha perso in casa dagli uomini del tecnico toscano subendo un netto 3-0, se vogliamo anche un po’ umiliante visto che è arrivato anche dopo tante polemiche sull’orario della gara: il Napoli che aveva chiesto l’anticipo alle 18.30, la Fiorentina che aveva dato il consenso, i tifosi viola che non volevano fare favori al Napoli, Sky (e la Lega) che hanno deciso per tutti (“si gioca alle 20.45”), le parole di Mencucci su Mazzarri, poi smentite dalla società. Di tutto, di più fino ad arrivare al campo, impietoso per i gigliati.
Insomma un passo del gambero del tutto significativo (in negativo) che arriva dopo due vittorie casalinghe contro Siena e Udinese. Contro gli uomini di Guidolin la Fiorentina aveva anche espresso un buon gioco, tornando a far divertire la sua gente allo stadio. Ma è stata una vittoria, quella, che probabilmente ha illuso le aspettative dei tifosi che, senza pensare al momento di calo dei friulani (nelle ultime sei partite di campionato hanno ottenuto solo 2 vittorie – casalinghe e sofferte – per 2-1 contro Catania e Lecce e poi ben 4 sconfitte), si sono lasciati trasportare dall’entusiasmo e dalla reale possibilità di risalire la classifica fino a riconquistare un posto in Europa. O almeno provarci. Invece la Fiorentina per il momento non si è dimostrata pronta per il salto di qualità e dopo le due vittorie consecutive è incappata in un disarmante stop contro una squadra data per stanca e stressata dalle fatiche di Coppa. In realtà il Napoli non è apparso stanco, né tantomeno stressato e se c’era una compagine che dava l’impressione di volersi risparmiare per una partita dall’importanza continentale, quella era la Fiorentina, che trotterellava schiacciata dalle folate degli azzurri. Segno evidente che Mazzarri, tecnico che fin troppo spesso viene giudicato per il suo carattere focoso e antipatico per il modo con cui vive le partite e troppo raramente per le sue capacità evidenti, ha preparato la sfida del Franchi in maniera ineccepibile, tatticamente e psicologicamente.
Infine riscontriamo i numeri di una Fiorentina che continua ad avere un andamento altalenante nonostante il cambio di panchina: da quando Delio Rossi è il tecnico viola, la squadra ha ottenuto 4 vittorie, 4 pareggi e 4 sconfitte per un totale di 16 punti in 12 partite (media 1,3 a partita) e 13 gol fatti e 13 subiti. Questi numeri dimostrano che la squadra non ha avuto uno scossone, né un’inversione di rotta dalla precedente gestione, ma che ha mantenuto lo stesso rendimento semplicemente adottando un modulo diverso. È questo passo del gambero che ha fatto capire che la Fiorentina è ancora malata e che il dottor Rossi di lavoro ne ha da fare ancora molto. Arrivare all’esame ed essere bocciati significa sempre rifare tutto da capo. Ricominciare a studiare per farsi trovare preparati la volta successiva. E allora già da oggi il dottor Rossi farà studiare ai suoi allievi la nuova lezione (che hanno subito dal Napoli) per far sì che, appresi gli errori, possano essere pronti per il prossimo esame che vedrà impegnata (martedì 21 febbraio) la Fiorentina a Bologna contro la squadra di Pioli che ha schiaffeggiato l’Inter a Milano per 3-0. Tutto questo un paio d’ore prima che il Napoli scenda in campo al San Paolo per affrontare il Chelsea di Drogba… mica lo Scandicci.

www.brividosportivo.it
24.03.2012 08:15 - di Michela Lanza Ci scuserà la Fiorentina se questa mattina la lasciamo un attimo da p... »
18.03.2012 10:07 - di Michela Lanza Che risveglio amaro e incazzato (per dirla con le parole di Andrea Della Val... »
17.03.2012 09:21 - di Michela Lanza Ci siamo. È arrivato il grande giorno di Fiorentina-Juventus. Poche o... »
10.03.2012 11:43 - di Michela Lanza Qualcuno si ricorda che la Fiorentina domani gioca a Catania? Forse sì... »
06.03.2012 10:00 - di Michela Lanza Domenica la Fiorentina ha battuto il Cesena e lo ha fatto nel secondo tempo,... »
04.03.2012 10:06 - di Michela Lanza È arrivata l’ora che Delio Rossi faccia la differenza e dimostr... »
03.03.2012 10:07 - di Michela Lanza È arrivata intorno alle ore 19 di ieri la notizia che Mutu domani non... »
25.02.2012 14:58 - di Michela Lanza Niente da fare, neanche domani sera a Roma avranno la possibilità di ... »
21.02.2012 15:04 - di Michela Lanza Questa sera sarà derby dell’Appennino. La Fiorentina giocher&ag... »
19.02.2012 15:07 - di Michela Lanza È domenica e la Fiorentina dei grandi non gioca. Succede spesso ultim... »
17.01.2012 10:24 - di Michela Lanza Il problema principale della Fiorentina – dicono gli addetti ai lavori... »
14.01.2012 11:35 - di Michela Lanza È tempo di mercato e quando si aprono le porte dell’Ata Quark a... »
10.01.2012 10:45 - di Michela Lanza Ci sono partite che possono essere particolarmente importanti e assumere un ... »
07.01.2012 10:40 - di Michela Lanza Si parla sempre, fin troppo spesso di attaccanti, di punte, di giocatori che... »
05.01.2012 17:28 - di Michela Lanza Alberto Gilardino ha inoltre risposto a Prandelli il quale ha dichiarat... »
05.01.2012 17:24 - di Michela Lanza Alberto Gilardino, ormai ex attaccante della Fiorentina, ha pronunciato le p... »
03.01.2012 10:18 - di Michela Lanza Come Vasco Rossi, lui è ancora qua… Riccardo Montolivo non si ... »
31.12.2011 10:15 - di Michela Lanza È finita l’epoca di Alberto Gilardino a Firenze. Ieri le visite... »