FOCUS - Bravi lo stesso

di Michela Lanza

È domenica e la Fiorentina dei grandi non gioca. Succede spesso ultimamente. E allora il pensiero va al recente passato che vede due delusioni: la sconfitta di Gamberini & Co. con il Napoli per 0-3 e l’eliminazione dalla Viareggio Cup della Primavera di Leonardo Semplici per opera della Roma. Entrare nella testa dei tifosi viola non è difficile, allora nasce una sensazione, una convinzione su quale delle due sconfitte lasci maggiormente l’amaro in bocca e viene spontaneo pensare che, vuoi perché c’era un trofeo in ballo, vuoi perché ormai sono diventati piccoli idoli, sia proprio la sconfitta della Primavera a far dispiacere di più il popolo viola, ormai sempre più tifoso del suo settore giovanile.
Un vero peccato davvero: la Fiorentina Primavera ha abbandonato il sogno che tutti accarezzavano di giocarsi la finale del Torneo di Viareggio come un anno fa e, questa volta, alzare la Coppa. Tutti consapevoli delle difficoltà che ci sarebbero state affrontando squadre importanti come l’Empoli, la Lazio, la Roma ed eventualmente la Juventus, ma i ragazzi di Semplici ci hanno creduto fino alla fine dando l’anima (ed è proprio il caso di dirlo) sul rettangolo di gioco.
Peccato perché i primi a meritarsi l’ennesima gioia sarebbero stati proprio loro, i giovani della Primavera della Fiorentina, gli stessi che hanno giocato e lottato senza accusare le pesanti assenze che li hanno visti privi per molto tempo di Acosty (il giocatore più forte e devastante della squadra e che riesce a spostare maggiormente gli equilibri a favore dei viola nell’arco dei 90 minuti), che li hanno visti orfani di una pedina come Salifu (chissà se non sarebbe stato più opportuno vederlo giocare la semifinale del Viareggio piuttosto che aggregato alla prima squadra contro il Napoli), e di un difensore esperto come Camporese (anch’egli aggregato alla prima squadra e a disposizione di Semplici solo ieri) e che li hanno visti accogliere un centravanti straniero inserendolo nel gruppo proprio al ‘Viareggio’, strada facendo. Un centravanti, Zohore, che ha preso il posto del partente Babacar e che ha dimostrato di avere qualità importanti, ma che ancora ha qualcosa da limare.
Purtroppo i calci di rigore, dopo aver permesso ai viola il passaggio del turno contro i cugini empolesi, sono stati deleteri e fatali contro la Roma di De Rossi: un solo penalty fallito – dal difensore brasiliano Alan Empereur che comunque ha disputato un ottimo torneo di Viareggio – è bastato ai viola per essere eliminati per la gioia dei giallorossi che hanno sfatato il tabù Fiorentina che li perseguitava. Purtroppo i giocatori della squadra romana sono arrivati all’appuntamento più freschi rispetto ad Agyei e compagni: si era visto già nel secondo tempo, ma principalmente durante i templi supplementari quando i viola non avevano più né gambe, né lucidità e si limitavano a difendere gli attacchi romanisti cercando di non subire gol per sperare nella lotteria dei rigori. Giocare ogni due giorni (questo vale per tutti) porta via energie fisiche e mentali, se poi si aggiungono minuti ai 90 regolamentari come è successo alla Fiorentina di Semplici costretta ai supplementari sia contro la Lazio che contro la Roma… beh, allora la stanchezza affiora in maniera evidente. Nonostante tutto, la squadra si merita un bell’applauso: i viola boys sono il fiore all’occhiello della società, coloro che hanno regalato soddisfazioni ed emozioni a tifosi e dirigenti. E anche alla stampa, quella fiorentina però, perché dopo aver ascoltato la telecronaca della partita di ieri, è sempre più palese di quanto Firenze sia così poco considerata a livello calcistico non solo tra i ‘grandi’, ma anche tra i ‘Primavera’.
Non è possibile, infine, non elogiare una delle note più liete del Torneo di Viareggio viola: la scoperta (anzi, per qualcuno la conferma) delle qualità del portiere Tomas Svedkauskas. Il giovane lituano ha dimostrato personalità tra i pali, reattività e abilità nelle uscite e anche intelligenza nel comandare la difesa. Non è un caso che in 5 mesi abbia già imparato molto della lingua italiana (frequenta un corso di italiano da questo periodo) perché si mormora che da buon nordico abbia tra le sue qualità una professionalità esemplare. La Fiorentina potrà farlo crescere e chissà che non diventi un tassello fondamentale della prima squadra nel prossimo futuro. Ha solo 18 anni e può solo migliorare. Materiale umano interessante e in questa Primavera ce n’è. Vediamo chi sarà il prossimo ad approdare in prima squadra. Ci sarebbe da scommettere, ma in un periodo come questo… meglio lasciar perdere. Non si sa mai. 

www.brividosportivo.it
24.03.2012 08:15 - di Michela Lanza Ci scuserà la Fiorentina se questa mattina la lasciamo un attimo da p... »
18.03.2012 10:07 - di Michela Lanza Che risveglio amaro e incazzato (per dirla con le parole di Andrea Della Val... »
17.03.2012 09:21 - di Michela Lanza Ci siamo. È arrivato il grande giorno di Fiorentina-Juventus. Poche o... »
10.03.2012 11:43 - di Michela Lanza Qualcuno si ricorda che la Fiorentina domani gioca a Catania? Forse sì... »
06.03.2012 10:00 - di Michela Lanza Domenica la Fiorentina ha battuto il Cesena e lo ha fatto nel secondo tempo,... »
04.03.2012 10:06 - di Michela Lanza È arrivata l’ora che Delio Rossi faccia la differenza e dimostr... »
03.03.2012 10:07 - di Michela Lanza È arrivata intorno alle ore 19 di ieri la notizia che Mutu domani non... »
25.02.2012 14:58 - di Michela Lanza Niente da fare, neanche domani sera a Roma avranno la possibilità di ... »
21.02.2012 15:04 - di Michela Lanza Questa sera sarà derby dell’Appennino. La Fiorentina giocher&ag... »
18.02.2012 15:12 - di Michela Lanza Il passo del gambero. È quello che ha fatto la Fiorentina contro il N... »
17.01.2012 10:24 - di Michela Lanza Il problema principale della Fiorentina – dicono gli addetti ai lavori... »
14.01.2012 11:35 - di Michela Lanza È tempo di mercato e quando si aprono le porte dell’Ata Quark a... »
10.01.2012 10:45 - di Michela Lanza Ci sono partite che possono essere particolarmente importanti e assumere un ... »
07.01.2012 10:40 - di Michela Lanza Si parla sempre, fin troppo spesso di attaccanti, di punte, di giocatori che... »
05.01.2012 17:28 - di Michela Lanza Alberto Gilardino ha inoltre risposto a Prandelli il quale ha dichiarat... »
05.01.2012 17:24 - di Michela Lanza Alberto Gilardino, ormai ex attaccante della Fiorentina, ha pronunciato le p... »
03.01.2012 10:18 - di Michela Lanza Come Vasco Rossi, lui è ancora qua… Riccardo Montolivo non si ... »
31.12.2011 10:15 - di Michela Lanza È finita l’epoca di Alberto Gilardino a Firenze. Ieri le visite... »