FOCUS - Raggiungere l'Europa quasi utopia. Meglio pensare al Bologna

di Michela Lanza

Questa sera sarà derby dell’Appennino. La Fiorentina giocherà a Bologna il primo dei due recuperi di campionato in programma (l’altro è fissato per il 7 marzo a Parma) e avrà la possibilità di cancellare subito l’umiliante sconfitta subita in casa contro il Napoli, ma soprattutto di recuperare terreno in classifica. In questo momento la squadra di Delio Rossi ha 28 punti e si trova al dodicesimo posto in classifica, a pari merito con Atalanta e Parma. Le due partite contro Bologna e Parma, seppur siano in trasferta entrambe e tutti sono consapevoli delle difficoltà di fare risultato pieno lontano dalle mura amiche, mettono a disposizione 6 punti che rilancerebbero la Fiorentina in una zona di classifica dove ancora ci sarebbe la speranza di sognare.
Ma solo la speranza, perché un raggiungimento del 6° posto in classifica, ormai, sembra alquanto improbabile non tanto per i punti che separano la squadra di Rossi dalla sesta posizione, tanto perché tra quell’ultimo posto valido per l’Europa e la Viola ci sono ben 6 squadre che potrebbero sognare, tra le quali Napoli, Inter e Palermo. I gigliati ad ora sono a 10 punti dalla zona Europa League (dove in questo momento c’è la Roma con 38 punti) e a 7 punti dalla terzultima in classifica e quindi dalla zona retrocessione (dove ad oggi c’è il Lecce di Cosmi con 21 punti). Certo una vittoria a Bologna sarebbe fondamentale perché permetterebbe di portare a 7 i punti di distacco Roma e di ridurre a 4 le squadre che intralciano la strada della Fiorentina verso l’Europa. Il campionato è ancora lungo e può succedere di tutto, ma la sensazione è che la squadra di Delio Rossi non abbia continuità, che non sia in grado di incanalare più di tre risultati utili consecutivi: è successo dal 17 dicembre all’8 gennaio quando la Fiorentina ha pareggiato in casa con l’Atalanta, ha pareggiato a Siena e poi è andata a vincere a Novara (ottenendo 5 punti in 3 gare) prima di incappare nel clamoroso stop casalingo contro il Lecce il 15 gennaio; e poi è successo dal 21 gennaio al 5 febbraio quando la squadra viola ha pareggiato a Cagliari ed ha vinto con Siena e Udinese ottenendo 7 punti in 3 partite, per poi perdere in casa dal Napoli.
Che significa tutto questo? Che, come già detto, c’è la sensazione che gli uomini di Rossi non riescano a superare la soglia dei tre risultati utili consecutivi e per raggiungere l’Europa bisognerebbe che il filotto (possibilmente di vittorie, perché coi pareggi servono a ben poco) fosse ben più lungo e che, nel frattempo, le squadre che precedono in classifica la Fiorentina inizino ad inciampare lasciando punti per strada. Per questo le probabilità di raggiungere l’Europa sono ridotte al lumicino. Per questo è meglio concentrarsi sui punti salvezza costruendo nel frattempo la squadra che nella prossima stagione possa finalmente rimediare agli ultimi tre campionati deludenti. La parola d’ordine dovrebbe essere: fare più punti possibile per soddisfazione propria e dei tifosi per poi vedere dove saremo il 13 maggio, dopo Fiorentina-Cagliari.
E a fare punti bisognerebbe iniziare dalla trasferta di quest’oggi, da Bologna. Non sarà facile perché la squadra di Pioli è esaltata dalla netta vittoria per 3-0 a San Siro contro l’Inter. Vittoria, però, che potrebbe aver anche “montato” la testa ad una squadra non abituata a certi risultati e che dovrà affrontare una leonessa ferita come la Fiorentina che si presenterà al Dall’Ara senza Behrami, ma con la speranza che sia il giorno buono per la prima rete di Amauri in viola. E allora, dimentichiamo l’Europa e concentriamoci su Bologna. Da domani, poi, si vedrà.

www.brividosportivo.it
24.03.2012 08:15 - di Michela Lanza Ci scuserà la Fiorentina se questa mattina la lasciamo un attimo da p... »
18.03.2012 10:07 - di Michela Lanza Che risveglio amaro e incazzato (per dirla con le parole di Andrea Della Val... »
17.03.2012 09:21 - di Michela Lanza Ci siamo. È arrivato il grande giorno di Fiorentina-Juventus. Poche o... »
10.03.2012 11:43 - di Michela Lanza Qualcuno si ricorda che la Fiorentina domani gioca a Catania? Forse sì... »
06.03.2012 10:00 - di Michela Lanza Domenica la Fiorentina ha battuto il Cesena e lo ha fatto nel secondo tempo,... »
04.03.2012 10:06 - di Michela Lanza È arrivata l’ora che Delio Rossi faccia la differenza e dimostr... »
03.03.2012 10:07 - di Michela Lanza È arrivata intorno alle ore 19 di ieri la notizia che Mutu domani non... »
25.02.2012 14:58 - di Michela Lanza Niente da fare, neanche domani sera a Roma avranno la possibilità di ... »
19.02.2012 15:07 - di Michela Lanza È domenica e la Fiorentina dei grandi non gioca. Succede spesso ultim... »
18.02.2012 15:12 - di Michela Lanza Il passo del gambero. È quello che ha fatto la Fiorentina contro il N... »
17.01.2012 10:24 - di Michela Lanza Il problema principale della Fiorentina – dicono gli addetti ai lavori... »
14.01.2012 11:35 - di Michela Lanza È tempo di mercato e quando si aprono le porte dell’Ata Quark a... »
10.01.2012 10:45 - di Michela Lanza Ci sono partite che possono essere particolarmente importanti e assumere un ... »
07.01.2012 10:40 - di Michela Lanza Si parla sempre, fin troppo spesso di attaccanti, di punte, di giocatori che... »
05.01.2012 17:28 - di Michela Lanza Alberto Gilardino ha inoltre risposto a Prandelli il quale ha dichiarat... »
05.01.2012 17:24 - di Michela Lanza Alberto Gilardino, ormai ex attaccante della Fiorentina, ha pronunciato le p... »
03.01.2012 10:18 - di Michela Lanza Come Vasco Rossi, lui è ancora qua… Riccardo Montolivo non si ... »
31.12.2011 10:15 - di Michela Lanza È finita l’epoca di Alberto Gilardino a Firenze. Ieri le visite... »